SITO IN AGGIORNAMENTO

Capocollo calabrese

Capocollo calabrese

Fra gli immancabili salumi per un ricco antipasto c’è il capocollo, un tipico insaccato di origine suina.

Il Capocollo calabrese chiamato anche Capicollo ha ottenuto il marchio DOP ed è prodotto a partire dal lombo di suino di animali nati ed allevati esclusivamente nel territorio calabrese.

Il lombo di suino viene tagliato, disossato e poi sottoposto a salatura, massaggiato con sale per un periodo che va da 4 ad 8 giorni.

Il Capocollo viene poi lavato con aceto, cosparso di peperoncino tritato e aromatizzato con sale e pepe, quindi arrotolato nel diaframma parietale del maiale e legato con dello spago.

A questo punto viene fatto stagionare per circa 3 mesi, un periodo che può essere prolungato fino ad oltre 8 mesi in base alle dimensioni.

Un processo lungo che conferisce al prodotto il sapore con cui poi viene servito a tavola ma che originariamente veniva eseguito per garantire la conservazione del prodotto: sale, peperoncino e aceto, infatti, servono, oltre che per aromatizzarlo, anche per evitare il deterioramento del prodotto.

Le caratteristiche inconfondibili del Capocollo calabrese

Il Capocollo calabrese ha una tipica forma a cilindro in cui si possono notare le insenature derivanti dalla legatura con lo spago; il colore può andare dal rosato al rosso in base alla stagionatura e alla presenza del pepe nero, in contrasto con le striature bianche che derivano dal grasso.

Il sapore inconfondibile è speziato proprio per la presenza delle diverse spezie che vengono utilizzate nella sua preparazione.

Nel nostro shop è possibile acquistare il Capocollo di maiale calabrese, ottenuto da carne di suino lavata con aceto di vino e aromatizzata con sale, vino, pepe nero, peperoncino e spezie.

Anche il nostro capocollo è ottenuto con il sapiente processo che porta all’ottenimento di un prodotto perfetto: la stagionatura naturale dura infatti almeno settanta giorni e sessanta nella cella a freddo.

Dopo il disosso, c’è la fase della rifilatura e la salamoia per sette giorni.

E’ possibile preparare questo salume calabrese anche a casa con pazienza e con non molta difficolta.

Come utilizzare il Capocollo calabrese

Panino con capicollo calabreseIl Capocollo di maiale calabrese è gustoso tagliato spesso per accompagnare una fetta di pane oppure in fettine più sottili per imbottire panini ma può essere utilizzato anche per impreziosire e condire la tipica insalata consumata spesso in Calabria a base di pomodoro, olio extravergine d’oliva, sale e cipolla rossa di Tropea, a cui vengono aggiunte delle fette spesse circa mezzo centimetro di Capocollo calabrese.

Per un antipasto gustoso, può arricchire il tagliere di altri salumi e formaggi o accompagnarsi con altri prodotti tipici calabresi come la Nduja piccante o le cipolle di Tropea.

In molti, quando mangiano il capocollo, lo privano del grasso ma in realtà questo è sbagliato perché impedisce di gustarlo a pieno perché è proprio l’alternanza fra parte grassa e parte magra a rendere il Capocollo calabrese saporito così com’è.

Può essere anche impiegato per realizzare dei gustosi primi piatti come pasta con capocollo, pomodoro e cipolle rosse di Tropea.

Ricetta della pasta con capocollo

Gli ingredienti per 4 persone sono:

  • 400 gr di pasta (fusilli o penne);
  • 400 gr di pomodori pelati o salsa;
  • una cipolla di Tropea;
  • vino bianco q.b.;
  • olio extravergine d’oliva q.b.;
  • sale q.b.

Come si prepara:

Dopo aver tagliato la cipolla, farla rosolare in una padella con dell’olio; quindi aggiungere il capocollo tagliato a dadini e sfumare con un goccio di vino bianco.

Aggiungere i pomodori pelati o la salsa e far cuocere per circa 10 minuti.

A parte, far cuocere la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente; quindi, aggiungere il sugo e mescolare per far unire i sapori.

Il piatto può essere accompagnato da un ottimo calice di vino rosso corposo come il Primitivo di Manduria.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *